Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Home page
Scopri come vivere al meglio tutto ciò che offre la provincia di Monza e Brianza.

QUESTA PAGINA   stampa questa pagina  Invia ad un amico 
Condividi

Argomenti in evidenza

Le colline di Montevecchia

Il Parco di Montevecchia e della valle del Curone ha una superficie di circa 2400 ettari che comprendono aree di grande interesse ambientale, centri urbani, insediamenti produttivi, aree agricole, monumenti architettonici di valore storico-artistico.

>>>

Newsletter

Monza  |  Oggi, MAR. 21.10 Nubi sparse
MER. 22.10
Sereno
GIO. 23.10
Nubi sparse
VEN. 24.10
Sereno
SAB. 25.10
Nubi sparse

Cogliate

 

 

 

 

Cogliate sorge nell’area occidentale della provincia di Monza. Diversamente da altri centri della zona, non sono stati rinvenuti reperti archeologici né romani, né di età precedenti.

 

Il primo documento scritto che attesti l’esistenza del centro abitato risale al 996 d.C. All’epoca “Colliate” era un insediamento di monache benedettine intitolato a S. Dalmazio. L’attività prevalente era quella agricola e un documento del 1184 attesta che le decime venivano pagate in prodotti della terra quali legumi, vino, lino, rape, noci, castagne, lupini.

 

Nella seconda metà del Quattrocento la chiesa del convento benedettino, ormai in declino, venne ricostruita e intitolata a S. Giovanni Battista e fu insignita del titolo di chiesa parrocchiale. Dal 1538 al 1734 Cogliate fu data in feudo alla famiglia dei Carcassola e successivamente, come Ceriano, fu trasmessa per via ereditaria alla famiglia dei Castellani-Varzi. Il convento benedettino venne soppresso durante l’occupazione napoleonica e il complesso fu acquistato da un Isimbaldi di Ceriano che lo trasformò in tenuta agricola, pur mantenendo nel sito una piccola cappella. Successivamente i beni passarono all’opera pia Fatebenefratelli.

 

Dalla fine del Settecento vennero ulteriormente incrementate la gelsicoltura e la bachicoltura, già documentate dall’età sforzesca, che divennero attività caratterizzanti il territorio.

 

Nel 1869 Cogliate fu unito ai comuni di Solaro e Ceriano e ritornò autonomo nel 1919.

 

La chiesa trecentesca di S. Damiano, a sud dell’abitato, risale almeno al XIV secolo. Al suo interno pregevoli stucchi e affreschi, tra cui una crocefissione quattrocentesca nell'abside.

 

A Cogliate è possibile vedere la fornace più rappresentativa per lo sviluppo dei laterizi nel territorio del parco delle Groane: la fornace Pizzi, operativa dal 1924 al 1971.

 

 

(Testi di Andrea Spiriti e Laura Facchin dalla guida "Monza e Brianza - arte, natura e cultura di una provincia da scoprire" della Provincia di Milano - progetto Monza e Brianza)